sabato 10 luglio 2010

Come un fiore


Come un fiore,
giorno dopo giorno,
con lo scandire delle ore.
Il Tuo volto,
non vede mutamenti,
ma l'animo il corpo
non sono più tali.
Sei ridotta ad un vegetale.
Vederti lì giacere
in quel letto,
scarna,
sciupata,
ma ancora cosciente,
bhé non so'
quanto bene mi abbia fatto!
Oh cara zia,
spero solo per te,
non debba soffrire,
prima di chiudere
per sempre gli occhi.

Gina.